Informative

Storia delle Pro Loco

Quando e perché nascono
La prima forma associativa, tra quelle che presentano le sembianze di una Pro Loco contemporanea, nasce a Pieve Tesino nel 1881(allora impero Austro-Ungarico oggi
Italia). Si tratta di un comitato denominato Società d’abbellimento che si pone come
obiettivo il miglioramento estetico di una località per favorire la sosta dei forestieri. Si
istituzionalizza così un movimento che probabilmente esisteva da molto tempo, legato
inizialmente alla mobilità generica delle persone più che all’idea odierna di turismo.
Storia legislativa
Le Pro Loco divengono nel tempo la prima forma di organizzazione che si occupa
dell’offerta turistica delle singole località. La legislazione del 900 destinerà alle Pro
Loco la valorizzazione delle località meno turistiche, istituendo, dove i numeri lo
giustificassero, le Aziende di cura e soggiorno. Ad oggi, con la proliferazione delle
destinazioni turistiche e la nascita dei molti modi di fare vacanza, il ruolo delle Pro Loco
torna ad essere di primaria importanza nella sperimentazione di forme nuove di
attrazione turistica.
Funzioni attribuite alle Pro Loco
Nella Regione Veneto le Pro Loco sono soggetti turistici riconosciuti dalla legge, che
attribuisce loro compiti di:  valorizzazione delle risorse naturali, culturali e storiche della località realizzazione di iniziative di interesse turistico, ricreativo, sportivo e culturale a carattere locale altre attività a carattere locale di promozione del turismo.Le funzioni descritte dalla legge riguardano l’attività che questa finanzia. Ogni Pro Loco può poi personalizzare le proprie funzioni in accordo con il territorio in cui svolge le sue attività.

Cos’è una Pro Loco

La Pro Loco è un’associazione di volontariato. Si tratta di un contratto privato tra singoli
cittadini che vogliono sviluppare, insieme, delle forme di attrattiva turistica per la propria comunità.
La Pro Loco: è un’associazione: questo significa che tutto ciò che viene realizzato è il prodotto di tante teste. Le persone si riuniscono in un’associazione per perseguire degli scopi che non vogliono o non riescono a raggiungere da soli. La natura associativa della Pro Loco pone l’aggregazione come requisito inderogabile della loro esistenza. E’ un’associazione turistica oggi il termine ‘turistico’ include moltissimi fenomeni, esistono infatti il turismo culturale, enogastronomico, sportivo, religioso…Ogni Pro Loco dovrà quindi cercare il proprio filone distintivo in accordo con la realtà in cui opera.
E’ un’associazione turistica di volontariato: i soci delle Pro Loco sono volontari che prestano la propria opera gratuitamente. Una Pro Loco non è un’impresa, il suo scopo non è il profitto. Ogni forma di entrata va reinvestita nelle attività dell’associazione.
Print Friendly